stemma centro culturale u castarill polignano a mare
Lo statuto
versione stampabile
Art. 1
(Fondazione)
E' stato costituito un Centro Culturale di studi e di ricerca denominato "u Castarill", in data 25 febbraio 2004.

Art. 2
(Sede)
Il Centro Culturale ha sede in Polignano a Mare (BA) in Piazza Fulvia Miani, 16 nell'antico Sedile del paese.

Art. 3
(Anno sociale)
L'anno sociale inizia il 1º gennaio e termina il 31 dicembre.

Art.4
(Finalità)
Il Centro Culturale non ha scopi di lucro ed è apolitico e apartitico.
Esso ha le seguenti finalità:
  • Promuovere la ricerca e l'educazione alla sensibilità culturale sotto molteplici aspetti;
  • Promuovere la conoscenza dell'ambiente secondo le indicazioni della bioetica, in modo da sollecitare concetti, atteggiamenti, comportamenti che assicurino la qualità della vita;
  • Tutelare e valorizzare tutto quanto è d'interesse artistico e storico della comunità locale;
  • Mantenere contatti e scambi con il territorio, le organizzazioni e le scuole ini ubicate (anche con le Università per il recupero dei siti archeologici);
  • Favorire incontri, a quanti interessati, finalizzati a mantenere vivo e operante il senso della comune responsabilità e della solidarietà culturale e sociale;
  • Implementare tutte le iniziative culturali ritenute utili, ivi compresa la produzione e la diffusione di documenti e pubblicazioni, nonché l'organizzazione di seminari, congressi, convegni culturali, gruppi di lavoro, viaggi d'istruzione ed altre manifestazioni, anche in collaborazione con enti, associazioni e strutture scolastiche.
Art. 5
(Patrimonio sociale)
Il patrimonio sociale del Centro Culturale è costituito:
  • Dalle quote sociali nella misura annualmente stabilita dal Consiglio Direttivo;
  • Dai beni mobili e immobili che diverranno di proprietà del Centro;
  • Da eventuali contributi, donazioni, lasciti di privati e di enti;
  • Dagli abbonamenti e dalla vendita della rivista e da eventuali pubblicazioni;
Art. 6
(Membri)
Possono essere membri del Centro:
  • I soci ordinari, ossia coloro che versano la quota associativa annuale fissata dal Consiglio Direttivo;
  • I soci onorari, ossia tutti coloro che per meriti particolari di natura culturale o anche per sostegno finanziario sono riconosciuti dal Consiglio Direttivo con questa qualifica.
Art. 7
(Organi sociali)
Organi del Centro Culturale sono:
  • Il Consiglio Direttivo: è formato dal Presidente, dai Coordinatori delle sezioni, dal Segretario-Tesoriere; si riunisce tutte le volte che il Presidente lo ritenga necessario, soprattutto per deliberare in ordine alle proposte che vengono dalle sezioni e in ordine ai provvedimenti disciplinari verso i soci;
  • L'Assemblea dei soci: viene convocata dal Presidente in via ordinaria due volte durante l'anno, per approvare il Bilancio Preventivo e Consuntivo; in via straordinaria, viene convocata tutte le volte che il Presidente lo ritenga opportuno e, inoltre, in via straordinaria dal Presidente su richiesta di almeno 1/3 dei soci;
  • Il Presidente: viene eletto, a maggioranza semplice, direttamente dai soci con votazione a scrutinio segreto, dura in carica tre anni e può essere eletto per due trienni consecutivi; può essere nuovamente eletto dopo una pausa di almeno un triennio;
  • I Coordinatori di sezione: vengono eletti dai soci delle singole sezioni a maggioranza semplice a scrutinio segreto, Durano in carica tre anni e possono essere confermati; in caso di assenza del Presidente, il socio più anziano per età tra i Coordinatori presiede in qualità di vice presidente, i vari organi associativi.
  • Il Direttore responsabile della rivista: è nominato dal Consiglio Direttivo; provvede alla raccolta degli elaborati da ogni singola sezione, alla presentazione delle bozze al Consiglio Direttivo, alla stampa e alla distribuzione del periodico;
  • Il Segretario-Tesoriere: è eletto direttamente dall'assemblea, dura in carica tre anni e può essere eletto per due trienni consecutivi, può essere nuovamente eletto dopo una paosa di almeno un triennio.
Art. 8
(Sezioni)
Il Centro è costituito da diverse sezioni disciplinari:
  • Storico - archivistica
  • Artistico - espressiva
  • Archeologica
  • Bioetica - antropologica
  • Tecnico - scientifica
I soci devono richiedere espressamente, al momento dell'adesione, in quale sezione intendono inserirsi secondo i loro studi o interessi. I soci di ogni singola sezione sono elettori eleggibili esclusivamente nella sezione di appartenenza. Ogni sezione è guidata da un Coordinatore referente. Tutte le sezioni propongono articoli per la Rivista e favoriscono iniziative di collaborazione intra ed extra associative. Tutta la produzione scientifica e le iniziative sono sottoposte all'approvazione del Consiglio Direttivo.

Art. 9
(La rivista)
Il Centro si impegna alla pubblicazione di una rivista denominata "u Castarill" con cadenza semestrale da inviare ai soci dietro versamento di un contributo stabilito annualmente dal Consiglio Direttivo.
La rivista si propone di far conoscere l'attività del Centro e le sue iniziative a favore della Comunità locale.
Tutti gli articoli sono elaborati dalla diverse Sezioni e da terzi interessati a collaborare al periodico in modo gratuito, sempre con l'approvazione del Consiglio Direttivo.

Art. 10
(Scioglimento del Centro)
Lo scioglimento del Centro Culturale, per qualsiasi causa, è deliberato a maggioranza dei due terzi dell'Assemblea dei soci ordinari che, in regola con il versamento della quota associativa annuale determinano le modalità della liquidazione del patrimonio sociale in favore di una associazione o per il restauro di un bene culturale locale; in mancanza del raggiungimento della maggioranza dei due terzi dei soci iscritti, dopo due regolari convocazioni, nella terza convocazione si può deliberare lo scioglimento del Centro Culturale, qualunque sia il numero dei soci presenti, a scrutinio segreto.
La Notte di Inchiostro di Puglia FORTINO 48 2016
Domenica 24 aprile 2016, il Comune di Polignano a Mare con il “Fortino 48” ha partecipato alla seconda edizione de “La Notte di Inchiostri di Puglia”. Un’iniziativa nata su idea del blogger Michele Galgano. A dare vita al “Fortino 48” con una maratona letteraria intitolata, “Dalla terra alla luna” sono stati: il Centro Culturale “u Castarill” ( palazzo Ventura), l’Associazione Culturale “agARThi” e “Artemisia” (biblioteca comunale), e la Compagnia Teatrale “Epos Teatro” (Chiesa del Purgatorio). Con il “Canto notturno di un pastore errante dell’Asia” di Giacomo Leopardi, il Centro Culturale “u Castarill” ha dato il via alla serata che ha ceduto lo spazio ad autori pugliesi, alternando prosa e poesie di: Lino Angiuli, Marilena Abbatepaolo, Vito Errico, Voluntas (Fulvia Miani Perotti), Vito Montalbò, Antonietta Lestingi, Maria La Volpe, Nicola Uva, Pietro Maringelli, Filippo Franco Favale, Raffaele De Luca, Marianna Centrone e Maria Pellegrini, Domenico Lattarulo, Angelo Bonsante, Vittorio Bodini, Lorenzo Lamanna, Marilena Maringelli e Luigi Corcelli. Interpretazioni a cura delle voci narranti di: Onofrio Barnaba, Angela Carone, Annalisa De Russis, Adelaide Maiellaro, Marilù Martellotta, Vincenzo Pellegrini, Chiara Pepe, Roberto Perricone, Domenico Scagliusi e Maria Simone. Musica a cura del M° Francesco Masi. L’evento è stato coordinato da Marianna Centrone, Presidente del Centro Culturale, Roberto Perricone e Maria Pellegrini. Ph: Silvana Algeo. foto.gif

Equilibri Polignanesi - Presenta: "Parola Di Calamaio" 2015
Nell’ambito della rassegna di autori “Equilibri Polignanesi”, in collaborazione con il Centro Culturale “u Castarill”,è stato presentato il libro: Parola di Calamaio. Cronache di vita scolastica 1805-1945; autrici, Marianna Centrone e Maria Pellegrini. Evento che si è tenuto, martedì 29 dicembre 2015, a palazzo San Giuseppe sede dell’Art Open Space – SAC. L’iniziativa coordinata da Roberto Perricone, ha coinvolto la partecipazione della dott.ssa Marilena Abbatepaolo, Assessore alla Cultura del Comune di Polignano, le autrici Marianna Centrone e Maria Pellegrini, il prof. Michele Indellicato, Università degli Studi di Bari, il Dirigente Scolastico, prof.ssa Beatrice De Donato, i maestri di musica Paolo Messa e Vincenzo Saponara. foto.gif

Foto1
Foto2
Foto3

Cart1 Cart2 Cart3